Matrix - Diego Ciriello

Dott. Diego Ciriello
ESPERTO di BIORISONANZA
Dott. Diego Ciriello
Menù
Vai ai contenuti

Vega Matrix

Matrix foto
Terapia di base per la rigenerazione e il drenaggio della matrice extracellulare
Esempi applicativi della terapia di rigenerazione della matrice
 
• Disintossicazione profonda
 
• Stimolazione  del metabolismo
 
• Miglioramento della capacità di regolazione
 
• Terapia del dolore
 
• Drenaggio di tossine
 
• Trattamento  cicatrici
Effetti specifici di Med matrix
 
•  Mobilitazione di tossine e scorie  (vacuum terapia)
 
•  scollamento dei tessuti
 
•  Rilassamento della muscolatura
 
•  Attivazione del metabolismo
 
•  Intensa stimolazione del sistema immunitario (Biorisonanza)
 
•  Ripolarizzazione elettrica del tessuto (corrente continua)
 
•  Stimolazione  per la formazione di nuovi vasi
 
•  Stimolazione per la rigenerazione dei tessuti (Biorisonanza)
 
•  Effetto a distanza su tutti gli organi interni (zone riflessogene)
campi di disturbo
La procedura
La terapia con il Vega Matrix si basa sulla sinergia di tre distinte terapie. Mediante la terapia con il Vega Matrix impulsi di corrente continua invertono le polarità della Matrice Extracellulare, e come conseguenza lo stato metabolico potrà normalizzarsi grazie all’omeostasi.
Lo stimolo intenso della coppettazione scioglie le tensioni muscolari e gli indurimenti dei tessuti (gelosi), stimolando contemporaneamente la circolazione sanguigna.
Il sistema immunitario viene informato di tutti i carichi del sistema base (secondo Pischinger - segnale di attenzione), avendo come effetto un drenaggio mirato delle sostanze nocive.
Esecuzione matrix
corrente continua matrix
Trattamento ad impulsi con corrente continua
Un’infiammazione cronica della Matrice Extracellulare comporta un eccesso di carica negativa e un conseguente stato di iperacidosi . La terapia a base di corrente continua con il Matrix si basa sul concetto che è possibile invertire i poli del tessuto dall’esterno: attraverso gli elettrodi a rulli viene trasmessa una debole corrente , che neutralizzerà così le cariche in eccesso.
Grazie a questo processo il pH del tessuto torna a normalizzarsi. I protoni vengono liberati, creando i presupposti per una regolare funzione metabolica.
Suzione petecchiale
La suzione petechiale rappresenta una forma moderna di coppettazione, atta alla pulizia meccanica dei tessuti. L’elettrodo di aspirazione produce una sottopressione nel tessuto: scorie e tossine vengono portate in superficie e possono così essere smaltite dal sistema linfatico.
L’elettrodo rileva i modelli patologici di frequenza delle scorie, per impiegarli successivamente nella Terapia d’Informazione del Sistema (S.I.T) . Nel corso delle successive terapie di rigenerazione con Vega Matrix il tessuto risulterà chiaramente più reattivo e gli arrossamenti tenderanno a scomparire sempre più rapidamente.
massaggio petecchiale
Sit Matrix
Terapia d’informazione del sistema (SIT).
Con la SIT vengono neutralizzati campi energetici patologici. L’elettrodo aspirante registra le informazioni biologiche delle tossine e delle scorie drenate dalla Matrice Extracellulare i cui modelli vibrazionali patologici vengono trasformati nella centralina di comando del Vega Matrix, per essere poi ritrasmessi al paziente come segnali terapeutici, combinati con segnali di frequenza per stimolare il metabolismo cellulare e rinforzati da campi magnetici dinamici.
Vengono così attivati i processi di autoguarigione e il sistema immunitario viene rinforzato.
Terapia attraverso le zone riflessogene
La terapia di rigenerazione della matrice raggiunge tutti gli organi interne attraverso le zone riflessogene  sulla schiena
  • Segmenti e muscoli
  • Ogni segmento corporeo riceve approvviginamento da un funicolo nervoso
Trova impiego utile nelle:

• Malattie cronico degenerative
• Forme allergiche
• Intossicazioni croniche
• Stati dolorosi
• Infezioni virali
• Debolezza immunitaria
• Patologie croniche della pelle
• Depressione
• Asma bronchiale
• Malattie reumatiche
• Disturbi alla colonna vertebrale
• Cellulite
• Invecchiamento cutaneo
• Debolezza del tessuto connettivo
Torna ai contenuti