Cos'è la Biorisonanza - Diego Ciriello

Dott. Diego Ciriello
ESPERTO di BIORISONANZA
Dott. Diego Ciriello
Menù
Vai ai contenuti

COS’È LA BIORISONANZA

„Biorisonanza“ significa entrare in comunicazione con la vita .
‘Vita’ è sinonimo di cambiamento .
Quando l’organismo perde la sua dinamicità e la sua capacità di regolazione e adattamento, avviene un inevitabile deragliamento verso la formazione di patologie croniche, infezioni acute o dolori .
Grazie alla terapia di “biorisonanza” abbiamo ora la possibilità di intervenire sulla capacità di regolazione e spingerla nella direzione giusta .
È un metodo “terapeutico” dolce, non invasivo e
privo di effetti collaterali, che attiva i processi di
autoregolazione propri dell'organismo.
Il corpo umano irradia diverse oscillazioni, onde elettromagnetiche: cellule, tessuti e organi possiedono oscillazioni proprie, che sono in contatto tra loro e si influenzano reciprocamente.

L'insieme delle onde forma lo spettro oscillatorio complessivo di ognuno di noi. Negli organismi le oscillazioni memorizzate nel corpo di sostanze estranee, quali le amalgame dentarie, i batteri, i virus, gli allergeni, le muffe, e altri, disturbano spesso lo spettro oscillatorio complessivo. Queste oscillazioni elettromagnetiche di disturbo vengono captate attraverso degli elettrodi, appoggiati su determinate zone del corpo e inviate all'apparecchio.

Tali oscillazioni vengono trasformate e poi rimandate di nuovo al corpo dell’assistito, sotto forma di oscillazioni benefiche impercettibili che portano benessere. Il trattamento di Biorisonanza conduce a un sensibile rafforzamento dei meccanismi di autodifesa e di autoregolazione propri dell'organismo.

È quindi il corpo che si ristabilisce da sé, è lui il protagonista del miglioramento. Premettendo che la Biorisonanza agisce aiutando “semplicemente” il corpo ad autocurarsi, le possibilità di applicazione di questa metodologia sono molteplici.

Con lo stesso concetto si è in grado di effettuare un Check-Up energetico-informativo di tutti gli organi valutando il grado di Entropia e prevenendo così squilibri che alla lunga potrebbero portare a malattie organiche.
Con la Biorisonanza non si trattano le patologie, bensì la Persona con i propri sintomi individuali.
Perciò non esiste nessun elenco di indicazioni e nessun protocollo. Ciò non rende le cose più difficili, ma più facili!

Ciascun assistito viene trattato non in base a "cosa" ha, ma a "dove" manifesta il sintomo, e anche a "dove" ha aperto il proprio "cantiere". .

Per questo non si può dire a priori se la Biorisonanza possa essere d'aiuto con questa o quella patologia, perché dipende unicamente e solo dalla risposta specifica dell’Individuo al trattamento, non dal tipo di patologia.

Da ciò deriva che vale sempre la pena tentare un trattamento di Biorisonanza in ogni caso e in ogni tipo di patologia!
Le frequenze elettromagnetiche emesse dall'apparecchio sono assimilabili a frequenze radio. Vari esperimenti hanno dimostrato che le oscillazioni proprie del paziente, corrispondenti a diverse entità nosologiche, essendo di natura elettromagnetica possono essere riequilibrate con specifici "programmi" e trasmesse come frequenze armoniche dall'apparecchio.

Qui le oscillazioni vengono equilibrate e poi restituite al paziente sotto forma di "oscillazioni terapeutiche" che hanno lo scopo di risanare l'individuo malato.
La terapia di biorisonanza rafforza i meccanismi di difesa e di autoregolazione tipici dell'organismo. Tra le patologie che rispondono meglio alla terapia vanno ricordate: allergie, intolleranze alimentari ed altre malattie croniche (dell'apparato respiratorio, degli organi interni).
Le allergie e le intolleranze alimentari sono quelle in cui ottiene una percentuale di successo maggiore, pari all'85%.

Gli impieghi della terapia di biorisonza sono molteplici. Tra essi, cito gli ambiti in cui la utilizzo più di frequente, le allergie e le intolleranze alimentari:
Allergie Sono reazioni esagerate dell'organismo nei confronti di sostanze dette allergeni alle quali lo stesso è divenuto sensibile e verso le quali produce anticorpi specifici con liberazione a cascata di varie sostanze, in particolare di istamina liberata dai mastociti.

Gli allergeni possono essere di diverso tipo: pollini, pelo di animali, sostanze chimiche di sintesi (elastame, cloro, nichel, farmaci), alimenti (proteine del latte, albume, crostacei, grano, legumi, ecc.) che possono procurare mal di testa, eritemi cutanei pruriginosi, ponfi.
Le malattie allergiche assumono varie forme cliniche: rinite, congiuntivite, asma, dermatite, shock anafilattico, ecc.
Intolleranze Alimentar, Sono anche dette allergie ritardate, dovute per lo più alla carenza di un enzima. Tra esse meritano di essere ricordate l'intolleranza al lattosio, di cui è affetto circa il 15% della popolazione europea, mentre un numero imprecisato di persone, verosimilmente superiore ai celiaci, è sensibile al glutine. Altra patologia in crescita è l'intolleranza al fruttosio (zucchero della frutta), che procura difficoltà nella digestione dello stesso
Premettendo che la Biorisonanza agisce aiutando "semplicemente"  il corpo ad autocurarsi, le possibilità di applicazione di questa metodologia sono molteplici.

Per esempio, si sono manifestati benefici nei seguenti settori, principalmente:

  • VACCINI - Riduce gli effetti collaterali (disturbi iatrogenia) dei Vaccini, aiutando il sistema immunitario a funzionare correttamente
  • Intossicazioni da amalgame e da metalli pesanti.
  • Intolleranze alimentari.
  • Allergie da contatto: nichel-oro-argento, detersivi, gomma arabica, tessuti e colori.
  • Allergie respiratorie: pollini, acari della polvere, muffe, sinusiti fungine e allergiche, bronchiti croniche e asmatiche.
  • Cefalee ed emicranie.
  • Gastriti, gastroenteriti, coliti anche aggressive, Morbo di Crohn, cistiti, vaginiti, uretriti, prostatiti.
  • Infezioni virali e batteriche.
  • Patologie dermatologiche: dermatiti eczematose, psoriasi, orticaria.
  • Intossicazioni da fumo voluttuario (tabagismo).
  • Candida.
  • ecc...
Anche se si è in buona salute e non si hanno sintomi, si consiglia comunque di effettuare una o 2 volte all'anno
il Check-Up energetico come prevenzione, per continuare a mantenere il corpo in un ottimo stato di salute.

Infatti le frequenze elettromagnetiche, cominciano a modificarsi molto tempo prima dell'insorgenza dei sintomi.


Torna ai contenuti